La prevalenza della stenosi dell'arteria carotidea (CAS) nei pazienti con ictus ischemico acuto (AIS) è storicamente riportata al 15-20%, ma manca una stima aggiornata.

Ipotizziamo che sia inferiore a quanto storicamente riportato, grazie a una migliore gestione del rischio ad oggi. Lo studio mira a studiare la prevalenza, i predittori e la sopravvivenza del CAS nei pazienti AIS.

Metodi

Abbiamo incluso pazienti con AIS dello Studio sugli Antibiotici Preventivi in Ictus (PASS), un grande studio olandese randomizzato, multicentrico, open-label di fase III che comprendeva 2538 pazienti con ictus acuto e randomizzato tra cure standard o ceftriaxone preventivo. I pazienti con ictus nella circolazione anteriore che sono stati sottoposti a test diagnostici dell'arteria carotidea interna (ICA) sono stati ammessi a questo sotto-studio e utilizzati in queste analisi secondarie. Sono state effettuate analisi di regressione logistica per identificare i predittori per il CAS ≥ 50%. Inoltre, è stata eseguita una regressione ordinale per valutare l'associazione tra la presenza del CAS alla linea di base e l'esito funzionale a tre mesi sulla scala Rankin modificata (mRS).

Risultati

1480 pazienti con AIS sono stati inclusi; 277 avevano CAS (18,7%; 95%CI:17,7-19,7). L'età, l'ipertensione, il fumo e il sesso maschile sono stati trovati come i migliori predittori della presenza di CAS. È stato rilevato uno spostamento significativo del punteggio di mRS dopo 90 giorni per CAS ≥50% verso un punteggio di mRS più alto con un OR di 1,66 (95% CI 1,30-2,10).

Conclusioni

La prevalenza attuale del CAS è del 18,7%, che è superiore a quanto ci aspettavamo. Sesso, fumo e ipertensione sono fattori importanti associati al CAS. I pazienti con CAS hanno avuto un punteggio significativamente più alto di mRs dopo 90 giorni.

Leggiate lo studio completo.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione